Dieta per studenti sedentari: quale alimentazione seguire

Ciclicamente si rifà viva, costringendo molti studenti di giorno a chiudersi in casa, assorti nei libri, e di notte a sonni inquieti, ricchi di incubi. Parliamo della temutissima sessione d’esame, che spinge anche i più organizzati e diligenti a chiudersi sui libri, lasciando poco spazio a qualsiasi altro impiego.

È per questo che spesso ci si tende ad isolare e a dimenticare che, come già dicevano gli antichi, “mens sana in corpore sano1“.

È quindi importante non dimenticare di prestare attenzione a ciò che si mangia, e specialmente, se ci si riconosce in uno studente sedentario, seguire una determinata alimentazione.

Dieta per studenti sedentari

Quale alimentazione seguire

Ovviamente, sebbene analizziamo il caso specifico dello studente sedentario, è importante che ciascuno di noi presti attenzione a ciò che mette nel piatto.

Gli studenti, spesso distratti da impegni scolastici, tendono a prestare sempre minor attenzione a ciò che mangiano, e ciò va a discapito del loro organismo e della loro forma fisica.

La frutta è la base di ogni alimentazione sana, e va consumata più volte al giorno. È ottima per le pause, e comoda anche se ci si trova a dover mangiare fuori casa. Ogni giorno è sempre consigliato alternare frutta dai colori diversi, così da fornire al proprio organismo un range di vitamine il più vario possibile. Da limitare è, invece, la frutta secca, ottima ad esempio per la memoria, ma meno per la linea. Assolutamente da evitare è la frutta sciroppata, lavorata ed arricchita di zuccheri.

LEGGI ANCHE  Cosa mangiare per migliorare la memoria

Sono da abbandonare anche bomboloni e biscotti a base di burro, ricchi di grassi saturi. Se si è proprio amanti dei dolci ci si può concedere un quadratino di cioccolato fondente, utile anche per il buon umore. Tuttavia nel caso di attacchi di fame è sempre meglio ricorrere a snack di verdure.

L’importante è comunque variare e avere un’alimentazione completa, a cui alle verdure vengono abbinati carboidrati, pesce e carni, senza eccedere con nessuno.

Particolare attenzione va data ad alcuni cibi che, sempre senza esagerare, possono esserci utili anche nelle prestazioni scolastiche. È il caso, ad esempio, dei piselli, che grazie alla vitamina A sono di supporto alla nostra vista.

Organizzare la giornata

È molto importante organizzare la propria giornata in modo da concederci il tempo necessario per consumare i pasti, che non devono essere saltati. Si devono susseguire alla colazione e al pranzo, i due pasti principali per il nostro organismo, snack di metà mattina e di pomeriggio e la cena.

È molto importante anche concederci quotidianamente le giuste ore di sonno: almeno otto per notte, coricandosi prima delle dieci di sera e svegliandoci la mattina presto.

Abitudini importanti

Come afferma la dott.ssa Laura Torselli, esperta di chirurgia bariatrica, spesso ci dimentichiamo di prestare attenzione a ciò che mangiamo, ma non c’è nulla di più sbagliato. Molti sono gli studi che dimostrano come mangiare distrattamente aumenti il cibo ingerito. Stare a tavola dovrebbe essere un piacere, e anche un momento per staccare dai libri e riposarci.

Se ci si trova spesso fuori casa per i pasti, l’ideale sarebbe cucinare il proprio pasto, per avere maggiore consapevolezza di cosa si ingerisce e per equilibrare verdure, carboidrati e grassi. Un tranello in cui spesso si cade sono infatti i condimenti grassi che si trovano nei cibi confezionati.

Tenete anche sempre con voi un frutto, così da avere una via di fuga sana in caso di un attacco di fame improvviso, senza ricadere negli snack confezionati ricchi di grassi saturi.

Tenersi idratati è fondamentale, sebbene spesso ce ne dimentichiamo. Andrebbe bevuto almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Da rifuggire sono invece le bibite gassate e gli energy drinks.

Infine ogni studente deve ritagliarsi ogni giorno alcuni momenti da dedicare a se stesso per praticare attività sportiva. È sufficiente anche la camminata veloce o attrezzarsi con qualche piccolo peso e accessorio in casa.

Dobbiamo infatti sempre ricordarci che per quanto l’istruzione sia importante, al primo posto ci sarà sempre la nostra salute.


Approfondimenti

Mens sana in corpore sano: locuzione latina tratta da Giovenale.

Lascia un commento