luce naturale concentrazione

Perché la luce naturale può aiutare la concentrazione nello studio

Studiare non è facile. Richiede impegno, abitudine, forte forza di volontà e capacità di concentrazione. Se sei uno di quelli che si distraggono dopo cinque minuti dallo stare di fronte a un libro o agli appunti, in questo articolo ti sveliamo una tecnica fondamentale per migliorare la tua concentrazione e ottenere il massimo dai tuoi studi: sfruttare la luce naturale.

Ma, perché la luce naturale può aiutare la concentrazione nello studio? È bene sapere che la luce naturale è uno degli elementi più importanti della nostra esistenza. In quanto principale fonte di energia del pianeta, è il primo anello della catena alimentare, poiché consente alle piante di svilupparsi.

La luce naturale ci circonda ed è presente in quasi ogni momento della nostra vita, segna i nostri cicli principali (giorno, notte e anno) e determina in gran parte il clima. Insomma, la luce è una presenza fondamentale che ci ha accompagnato nel corso della storia e la cui influenza è, ancora oggi, maggiore di quanto si possa pensare. Studi scientifici hanno dimostrato che la luce è essenziale per una buona qualità della vita e favorisce la concentrazione negli studi.

La sua influenza spazia dalla salute alla produttività, da come ci sentiamo e guardiamo il mondo, a quanto tempo trascorriamo nella nostra casa o nel nostro ambiente di lavoro. E se si tiene conto del fatto che passiamo sempre più tempo in spazi chiusi, è chiaro che occorre prendere misure per compensare l’assenza di luce e l’eccesso di illuminazione artificiale.

Perché la luce naturale migliora la concentrazione nello studio

Tra i tanti vantaggi dell’esposizione alla luce naturale, possiamo citare i seguenti:

Favorisce la produzione di vitamina D

La vitamina D svolge un ruolo essenziale nel funzionamento del corpo, principalmente nelle ossa. La sua carenza ha molteplici conseguenze per nostro organismo. Esporsi alla luce naturale, ci permette di assorbire una maggiore quantità di vitamina D che migliora le nostre funzioni cognitive e aumenta la concentrazione: più concentrazione, più studio di qualità.

Migliora la qualità del sonno

Esporsi alla luce naturale e alle sue variazioni durante il giorno, regola i ritmi circadiani e consente un miglioramento della quantità e della qualità del sonno. Riposare bene aiuta ad essere più attivi, attenti e concentrati nello studio.

È un antidepressivo naturale

Godere della luce naturale riduce lo stress, l’affaticamento degli occhi e l’irritabilità. Infatti, l’incidenza delle depressioni stagionali, soprattutto nei mesi autunnali e invernali, si riduce, se si può aumentare l’esposizione alla luce naturale. Se siamo meno stanchi ed affaticati, la nostra concentrazione sarà maggiore e il nostro studio più proficuo.

Incoraggia l’attività fisica

Gli studi dimostrano che le persone che godono di più ore di luce naturale hanno maggiori probabilità di avere una routine salutare che include l’attività fisica, che migliora la salute generale, sia fisicamente che emotivamente. Fare attività fisica, sfruttando la luce naturale, aiuta a scaricare lo stress e le tensioni, consentendo di arrivare al momento dello studio, più sereni e concentrati.

Insomma, l’esposizione alla luce naturale, aiuta positivamente la concentrazione nello studio permettendo di raggiungere obiettivi più produttivi e risultati accademici proficui e di migliore qualità.

LEGGI ANCHE  Esercizi per allenare la concentrazione

Come sfruttare la luce naturale nello studio

Per sfruttare al meglio la luce naturale e migliorare la concentrazione nello studio, si consiglia di scegliere un apposito spazio vicino ad una finestra attraverso la quale la luce solare possa entrare direttamente. Per fare in modo che la luce non brilli direttamente nei tuoi occhi, puoi mettere tende traslucide o posizionare la scrivania appena sotto la finestra, in modo che la luce sia rivolta verso di te e non proietti ombre.

La scelta della luce migliore per studiare o leggere è della massima importanza per garantire la concentrazione, oltre ad evitare l’affaticamento visivo che un’illuminazione errata potrebbe causare. Oggi, grazie ai sistemi di illuminazione naturale con tubi solari domestici per la propria casa, si riesce ad ottenere della luce naturale per studiare anche in stanze non provviste di finestre.

La luce naturale, proveniente dal sole, è la più comoda per accompagnarti nelle tue ore di studio o di lettura, quando devi fissare gli occhi per lunghi periodi su libri o appunti. La luce solare favorisce il rilassamento visivo e mantiene le sfumature naturali nei colori, quindi ci manterrà attivi e non ci causerà affaticamento mentre leggiamo o studiamo.

Lascia un commento