Liceo fuori sede: come fare il trasloco e cosa portare

La vita di uno studente può rivelarsi estremamente faticosa. Si pensi, ad esempio, a tutti quei giovani che, per motivi personali o per una semplice questione di preferenze, decidono di frequentare un liceo in qualità di studenti fuori sede.

La scelta di frequentare un liceo fuori sede

Uno studente fuori sede, contrariamente a quello in sede, è colui che frequenta un istituto scolastico nel proprio comune di residenza. Tuttavia, si tenga presente che non tutti gli studenti fuori sede scelgono di trasferirsi direttamente presso il comune nel quale sorge l’istituto.

Uno studente che abita nel raggio di 50 chilometri, ad esempio, potrebbe tranquillamente usufruire dei mezzi pubblici per raggiungere il liceo. Diverso il discorso per chi abita al di fuori della distanza indicata.

In questi casi, infatti, sarebbe opportuno valutare un trasloco temporaneo, che preveda l’affitto di un appartamento per un periodo di tempo di circa 10 mesi (la durata media dell’anno scolastico).

Nell’eventualità in cui si verifichi una simile circostanza, come muoversi? Come organizzarsi per effettuare il trasloco?

LEGGI ANCHE  Come scegliere il liceo

La migliore soluzione di affitto

Prima di procedere con il trasloco, logicamente, lo studente è tenuto a informarsi in merito all’affitto di un appartamento. Tuttavia, si valuti anche l’eventualità di affittare una stanza insieme ad altri studenti: in questo modo, infatti, si attutiscono notevolmente le spese complessive per la convivenza.

Indipendentemente dalla tipologia di alloggio desiderato, la ricerca andrà effettuato con un adulto o con una persona con un minimo di esperienza nel settore. Un agente immobiliare potrebbe essere la figura più adatta a cui rivolgersi, forte della sua conoscenza nell’ambito della ricerca di immobili.

Da non sottovalutare nemmeno l’utilizzo di applicazioni apposite, tra le quali spicca la celebre Airbnb, essenziale per individuare stanze e appartamenti a prezzi estremamente convenienti.

Una volta individuata la soluzione di affitto ideale, verrà il momento di iniziare le operazioni di trasloco, organizzando passo passo il materiale da portare con sé.

Liceo fuori sede: come fare il trasloco

Come fare il trasloco? E cosa portare con sé? Prima di scegliere la quantità di materiale da portare nell’appartamento prescelto, però, è bene valutare la soluzione di trasporto ideale da adoperare. Meglio lasciarsi accompagnare con una vettura station wagon o noleggiare un furgoncino apposito?

In linea di massima, furgoni e furgoncini sono più indicati per traslochi di grande entità. Stiamo parlando di casi in cui gli inquilini di un’abitazione, anche nuclei famigliari consistenti, scelgono di cambiare definitivamente appartamento, dovendo trasportare una quantità considerevole di merce. In questo caso, meglio contattare ditte specializzate come sgomberoappartamentimilano.com, che sono, in questo caso, esperti in sgombero a Milano.

Alla luce di ciò, tranne casi particolari, il trasloco fuori sede potrà essere portato a termine anche con una vettura capiente, senza dover spendere ulteriore denaro per il noleggio di un furgoncino.

La lista dei beni da traslocare per uno studente fuori sede

L’ultimo passo relativo all’organizzazione del trasloco, ovviamente, è la creazione di una lista approfondita riguardante i beni da traslocare. Creare una lista apposita, su carta o in formato digitale, è utile per tenere a mente tutto ciò che andrà traslocato nella nuova dimora.

Per evitare di riempire borsoni e valigie di materiale inutile, l’ideale sarebbe evitare di portare con sé i prodotti per l’igiene (ad eccezione degli indispensabili spazzolino/dentifricio). Il motivo è semplice: riempire una borsa (o più di una) con docciaschiuma, schiuma da barba, lamette, rasoi, spugne, cotone e qualsiasi altro prodotto per il bagno significa occupare spazio per altri oggetti, come le calzature e gli indumenti.

I prodotti per l’igiene possono essere acquistati tranquillamente in un supermercato nella località di destinazione: meglio riempire i borsoni con materiale realmente indispensabile.

Infine, si tenga presente che in questi frangenti sarà essenziale portare con sé solo lo stretto necessario, ossia ciò che si avrà la certezza che si utilizzerà. PC, tablet, caricabatterie, indumenti, scarpe, intimo, accappatoio e phon rappresentano lo stretto indispensabile, ciò a cui sarà impossibile rinunciare, e pertanto le valigie andranno riempite con tali elementi.

Lascia un commento