Migliori licei classici italiani: quali sono e come trasferirsi

In Italia possiamo vantare licei classici di tutto rispetto, capaci di erogare una formazione umanistica particolarmente valida.

Appartenente alla categoria delle scuole secondarie di secondo grado, il liceo classico, come già anticipato, forma gli studenti con un’impronta prettamente umanistica, garantendo l’insegnamento di discipline quali la storia, la filosofia, la letteratura classica (latino e greco), le lingue straniere e le materie letterarie più in generale.

La classifica dei migliori licei classici italiani

Per via dei pochi sbocchi del liceo classico, il normale proseguimento dello studio coincide con la frequentazione di facoltà universitarie quali lettere, lingue e letterature straniere, storia, filosofia e qualsiasi altra facoltà di stampo umanistico.

Il numero di licei classici italiani è particolarmente ampio. A fronte di una simile varietà, vale la pena stilare una classifica di quelli che, di fatto, sono considerati i migliori licei classici di tutta Italia, sulla base di precisi parametri matematici.

I parametri presi in considerazione

La creazione della classifica può essere eseguita sulla base dei dati riportati su Eduscopio, una piattaforma sviluppata dalla Fondazione Agnelli e finalizzata a fornire un aiuto a docenti, studenti e istituti.

Il contenuto della classifica può essere riassunto in questo modo: gli analisti hanno valutato la carriera universitaria degli studenti usciti da un determinato liceo classico, dopodiché hanno messo in relazione i valori esaminati per la concezione di una speciale classifica.

Si può intuire, dunque, come tanto più eccellente sia il percorso universitario dello studente e tanto migliore sarà stata la formazione ottenuta nel liceo classico di provenienza. Nello specifico, i parametri presi in considerazione sono due: la media dei voti degli esami universitari degli studenti e la percentuale degli esami superati da ogni singolo alunno.

Quali sono i migliori licei classici italiani

Partendo dal presupposto che la maggior parte dei migliori istituti, rimanendo nell’ambito della formazione classica, è situata al nord, con riferimento alla classifica generale stilata da Eduscopio, al primo posto troviamo il Liceo Statale Scientifico Classico Linguistico “Marie Curie” di Meda, in provincia di Monza e della Brianza, con il 92% dei diplomati che entra in università superando il primo anno di facoltà.

Al secondo posto figura il Liceo Classico “Stefano Maria Legnani” di Saronno, in provincia di Varese. Qui la percentuale di diplomati e studenti universitari che superano il primo anno è pari all’85%.

Si scende nel centro Italia con il Liceo Ginnasio “Torquato Tasso”, situato al terzo posto della classifica e con sede a Roma.

Seguono il Liceo Ginnasio “Giovanni Berchet” di Milano, tra i più apprezzati d’Italia, e l’Istituto di Istruzione Secondaria “Daniele Crespi”, con sede a Busto Arsizio (provincia di Varese).

Come organizzare il trasloco

I licei classici indicati rappresentano il meglio a cui uno studente italiano, con la passione per le discipline umanistiche, possa ambire. Ma osservando la classifica in un’ottica pratica, come fare a trasferirsi in uno dei comuni nei quali figura uno dei licei appena citati?

Gli studenti che intendono trasferirsi dal proprio comune di residenza a un altro, al fine di frequentare un determinato istituto di istruzione superiore (o un ateneo, nel caso degli universitari) sono detti “fuori sede”. Si tratta di una condizione tutt’altro che rara, e che accomuna un numero piuttosto consistente di studenti italiani.

LEGGI ANCHE  Liceo fuori sede: come fare il trasloco e cosa portare

Per effettuare un trasferimento/trasloco, lo studente dovrà innanzitutto perfezionare l’iscrizione al liceo interessato. Una volta che si sarà in regola con carte e pagamenti, ci si potrà organizzare al fine di individuare l’abitazione o l’appartamento desiderato. La ricerca potrà essere effettuata sia nei siti di annunci immobiliari che sulle applicazioni dedicate all’affitto di immobili.

Quando si avrà individuato la soluzione immobiliare più adatta alle proprie esigenze, si dovrà procedere con l’organizzazione del trasloco.

Dalla preparazione delle valigie (da riempire esclusivamente con l’essenziale, indumenti, calzature e apparecchi elettronici) alla scelta della modalità di viaggio, il trasloco dovrà avvenire per tempo e con almeno un paio di settimane di anticipo rispetto all’inizio delle lezioni. Il nostro consiglio è quello di farsi aiutare da professionisti e noleggiare mezzi specifici (come, ad esempio, il noleggio di un’autoscala), per evitare problemi e e concentrarsi solo sugli oggetti da trasferire.

Lascia un commento